Test di maternità – fratellanza – parentela

Il test di accertamento della parentela permette di valutare se tra due o più individui sussiste un determinato grado di parentela. Il test varia in relazione al tipo di al tipo di relazione biologica da stabilire e alle persone che si sottopongono alle analisi.

Nella Tabella successiva sono riportati alcuni esempi di relazione di parentela con le diverse probabilità di trasmissione dei marcatori sui cromosomi autosomici, sul cromosoma Y, sul Cromosoma X e del DNA mitocondriale.

 

  Cromosomi Autosomici Cromosoma Y Cromosoma X DNA mitocondriale
Madre – Figlio maschio 50% Non presente nelle donne 100% 100%
Madre – Figlia femmina 50% Non presente nelle donne 50% 100%
Padre – Figlio Maschio 50% 100% 0% 0%
Padre – figlia femmina 50% 0% 100% 0%
Nonna paterna – nipote femmina 25% Non presente nelle donne 100% 0%
Nonna materna – nipote femmina 25% Non presente nelle donne 25% 100%
Nonna paterna – nipote maschio 25% Non presente nelle donne 0% 0%

 

 

Il Test di accertamento della parentela può essere effettuato anche nel caso di accertamento di paternità con il presunto padre defunto o non rintracciabile. In questo caso si parla di “Paternità Indiretta” poiché vengono analizzati i parenti prossimi del presunto padre per ricostruire l’assetto genotipico paterno e quindi portare all’ esclusione o all’accertamento della paternità.

In questo tipo di accertamento alle classiche analisi di marcatori autosomici spesso si affiancano le analisi che coinvolgono i marcatori sul Cromosoma Y (Cromosoma di sola prerogativa maschile), i marcatori sul Cromosoma X (presente in singola copia nei soggetti maschili e in duplice copia nelle femmine) ed il DNA mitocondriale (trasmesso dalla madre a tutti i figli indipendentemente dal sesso).

Il Laboratorio segue quanto riportato nel documento “Analisi genetiche di accertamento parentale” Gruppo di Lavoro SIGU Genetica Forense).

 

Cosa fare per effettuare il test di accertamento della parentela?

  • Prendere appuntamento chiamando il numero 3494321945 dalle ore 9 alle ore 18.00 dal lunedì al venerdì. Non esistono tempi di attesa, è infatti possibile effettuare il prelievo il giorno stesso della chiamata.
  • Il giorno dell’appuntamento presentarsi con:
  1. Documento di identità in corso di validità di tutti i soggetti coinvolti.
  2. Autocertificazione dello stato di famiglia (solo per accertamento su minore)
  • All’arrivo in Laboratorio si terrà un colloquio informativo con un biologo forense che illustrerà i dettagli dell’analisi e del consenso informato.
  • L’identificazione dei soggetti è garantita dall’esibizione di un documento di identità in corso di validità. Copia di tale documentazione rimane al Laboratorio unitamente al consenso informato ed al referto.
  • Si procederà, dopo compilazione del consenso informato, al prelievo di mucosa buccale tramite l’utilizzo di tamponi buccali. Il prelievo non è invasivo e può essere effettuato anche su infanti.
  • I campioni saranno registrati, resi anonimi e sottoposti immediatamente alle fasi analitiche.
  • I tempi di consegna del referto sono di 10 giorni lavorativi dal momento del prelievo.
  • Il referto dovrà essere ritirato personalmente

Commenti chiusi